La persona

Sono nato il 23 marzo 1977 e cresciuto in Alta Leventina dove mi sono stabilito con la famiglia.

Sono felicemente sposato con Elena dal 2008 e orgoglioso papà di Gaia e William. Elena, da sempre è la prima persona che mi sostiene in tutte le sfide che decido di affrontare.

Lealtà, pragmatismo, schiettezza, identità territoriale, amore per la Patria (il nostro territorio e la nostra popolazione): sono i valori su cui ho deciso di costruire le mie posizioni politiche.
Testa dura e “tiepida”, sono sempre disposto ad aiutare e apprezzo la sincerità e le amicizie vere. Incontro volentieri le persone, prestando a tutte la medesima attenzione.

Sono determinato: quando mi prefiggo un obiettivo mi impegno a fondo nel raggiungerlo. L’ascolto mi consente di entrare in sintonia con le persone con le quali sono in contatto. Mi piace prendere posizione, difendo le mie idee, senza però dimenticare quelle degli altri: c’è sempre qualcosa da imparare.

Ho iniziato ad appassionarmi alla politica da ragazzino, già alle scuole medie durante le lezioni di storia e geografia. Una piccola palestra di civica, che mi ha convinto a entrare in politica all’età di 18 anni nella Lega dei Ticinesi.


Norman dalla A alla Z

Il politico

Il 10 aprile 2011, a soli 34 anni, sono stato eletto in Consiglio di Stato e ho assunto la direzione del Dipartimento delle istituzioni.

 

Il 19 aprile 2015 sono stato riconfermato per un secondo mandato in Governo con 73’540 voti personali.

 

Nel 2015-2016 ho ricoperto la carica di Presidente del Governo.

 

Il 7 aprile 2019 sono stato riconfermato per un terzo mandato in Governo con 71’312 voti personali.

 

Rappresento inoltre il Ticino in diverse conferenze intercantonali.

Sono membro del Comitato direttivo della Conferenza dei governi cantonali (KDK), del Comitato direttivo della Conferenza dei Direttori dei Dipartimenti cantonali di giustizia e polizia (KKJPD) e Presidente della Conferenza governativa dei Direttori cantonali del militare, della protezione della popolazione e dei pompieri (RK MZF). In questo contesto, sono anche Presidente della Piattaforma politica della Rete integrata Svizzera per la sicurezza (SVS).
A livello cantonale faccio parte di due Consigli di Fondazione.

sono Vicepresidente della Fondazione Alpina per le Scienze della Vita (FASV) di Olivone e Presidente della Fondazione ticinese di soccorso (Ing. Agostino Nizzola) di Bellinzona.

Il Dipartimento delle istituzioni in cifre

Divisione giustizia

85’576

giornate di carcerazione

56’376

certificati di solvibilità emessi

18’026

iscrizioni al registro di commercio evase

Polizia cantonale

256’569

chiamate annue (1 ogni 2 minuti) alla Centrale comune d’allarme CECAL

-33%

di rapine

760

collaboratori attivi a favore della sicurezza del nostro Cantone

Sezione del militare e della protezione della popolazione

77

interventi effettuati dagli operatori di picchetto nell’ambito della protezione della popolazione

1’567

partecipanti alle giornate informative

270

giorni di formazione presso il Centro di istruzione della protezione della popolazione

Sezione degli enti locali

37

progetti di aggregazione comunale portati a termine

115

Comuni

201

Patriziati

Sezione della popolazione

44’488

passaporti e carte d’identità rilasciati

23’368

transazioni elaborate nel registro dello stato civile

200’155

consulenze fornite dall’Ufficio della migrazione

Sezione circolazione

225’883

automobili immatricolate

8’917

esami pratici di guida

6’762

immatricolazioni di natanti

Retrospettiva legislatura 2015 2019

Nel mio secondo mandato in Consiglio di Stato alla direzione del Dipartimento delle istituzioni sono stati portati a compimento alcuni diversi importanti dossier, ottenendo risultati molto positivi e apprezzati.

Obiettivi legislatura 2019 2023

ll momento di grande instabilità che stiamo attraversando ci impone di porre la massima attenzione su alcuni assi di intervento.

SICUREZZA

Garantire l’adeguata protezione di persone e beni sull’intero territorio cantonale

IDENTITÀ

Difendere i nostri valori e la nostra cultura

LAVORO

Offrire opportunità di impiego in maniera adeguata a tutti

ECONOMIA

Aumentare la competitività del nostro territorio, riducendo gli oneri burocratici

SOCIETÀ

Sviluppare una visione dello Stato più moderna e in sintonia con il cittadino

RAPPORTI ISTITUZIONALI

Rafforzare e approfondire le relazioni tra Cantone e Comuni, con Berna e tutti gli altri Cantoni, così come con l’Italia