Chiude definitivamente il Liq-Shop di Bellinzona

Chiude definitivamente il Liq-Shop di Bellinzona

Si è tenuta oggi, venerdì 28 ottobre 2011, presso l’ex-Arsenale cantonale di Bellinzona-Saleggi la piccola cerimonia di chiusura del Liq-Shop di competenza del Cantone Ticino, dopo quasi 12 anni di meritato servizio. Presenti alla cerimonia il Direttore del Dipartimento Norman Gobbi, il capo sezione militare e protezione popolazione Tiziano Scolari, e i due collaboratori impiegati alla vendita Riccardo Lafranchi e Fabio Rosselli.

Inaugurato il 24 luglio 1999, il Liq-Shop di Bellinzona è stato gestito dal Dipartimento delle istituzioni, dopo che … Approfondire

Sicurezza e diritto, due valori per l’attrattiva economica

Sicurezza e diritto, due valori per l’attrattiva economica

È con piacere che ho accolto l’invito del presidente Franco Ambrosetti e del direttore Luca Albertoni ad intervenire alla 94esima assemblea generale ordinaria della Camera di commercio ticinese, proprio perché nei mesi antecedenti la mia elezione nel governo cantonale, abbiamo potuto più volte confrontarci e condividere esperienze a difesa della nostra economia ticinese.

Penso in particolare al monitoraggio e alla segnalazione fatta sulle ricadute negative per le aziende ticinesi, ma anche italiane, a seguito dell’inserimento nelle blacklist della Svizzera da … Approfondire

Ruolo e importanza delle fondazioni in Ticino

Ruolo e importanza delle fondazioni in Ticino

Cultura, cultura moderna, cultura generale, cultura mentale, cultura delle etnie, cultura professionale, cultura artistica quindi teatrale, musicale, cinefila pittorica, cultura ambientale…

Stimati signori e Gentilissime signore,

la parola cultura può essere assegnata a diversi campi. Spesso banalizzata, spesso incompresa e poco conosciuta da un vasto numero di persone. Sta proprio a chi si occupa di cultura portare alla sorgente della materia la gente. D’altronde, io stesso potrei saturare le vostre orecchie parlandovi di cultura politica. È uno degli obiettivi che … Approfondire

L’occasione per riscattare il Sopraceneri urbano

L’occasione per riscattare il Sopraceneri urbano

Ci troviamo a pochi giorni dal termine di una lunga maratona che ha coinvolto i sette Comuni di Brione s/Minusio, Locarno, Minusio, Mergoscia, Muralto, Orselina e Tenero-Contra. Una maratona il cui nome è “Progetto d’aggregazione dei Comuni di sponda sinistra della Maggia”, ma il cui punto di arrivo si chiamerà “Locarno”. 

Un punto d’arrivo ambizioso, perché vuole dar vita al secondo polo urbano ticinese per importanza, creando una nuova città di oltre 30mila abitanti e 15mila posti di lavoro. Da … Approfondire

Il Consiglio di Stato a Berna per parlare di rapporti con l’Italia

Il Consiglio di Stato a Berna per parlare di rapporti con l’Italia

Una delegazione ticinese ha incontrato oggi il consigliere federale Johann Schneider-Ammann. All’incontro, chiesto dalla commissione parlamentare federale, hanno partecipato i consiglieri di Stato Laura Sadis e Norman Gobbi.

A quasi due mesi dalla decisione del Consiglio di Stato ticinese di congelare parte dei ristorni d’imposta dei frontalieri, il tema delle relazioni non idilliache sull’asse Berna -Bellinzona -Roma è stato al centro – oggi a Berna – di un incontro tra una delegazione ticinese, il consigliere federale Johann Schneider Amman e … Approfondire

Il registro di commercio potrebbe trasferirsi in Riviera o in Leventina

Il registro di commercio potrebbe trasferirsi in Riviera o in Leventina

L’ufficio potrebbe presto lasciare l’attuale sede di via Bossi a Lugano. Norman Gobbi ha proposto questa soluzione per favorire i distretti e le valli periferiche così da poter offrire anche a queste regioni discoste posti di lavoro qualificati.

Il registro di commercio, l’ufficio che raccoglie in un’unica banca dati tutte le informazioni relative a società, ditte, soggetti giuridici che svolgono un’attività commerciale, potrebbe presto lasciare la sede di via Bossi a Lugano per trasferirsi in Riviera o in Leventina. Il … Approfondire

«Eine Blamage für den Bundesrat»

«Eine Blamage für den Bundesrat»

Bewegung im Steuerstreit mit Italien: Was der Landesregierung nicht gelingt, schafft die Tessiner Kantonsregierung in wenigen Tagen. Mit der Blockierung von 30 Millionen Franken.

Die Schweiz will einen neuen Anlauf nehmen für ein Doppelbesteuerungsabkommen (DBA) mit Italien. Die Verhandlungen für ein solches Abkommen seien 2009 plötzlich sistiert worden, sagte gestern Finanzministerin Eveline Widmer-Schlumpf vor den Medien in Bern. Der Grund: Italien führt die Schweiz als Steueroase auf einer schwarzen Liste. Das hat inzwischen für Unternehmen mit Geschäftsbeziehungen nach Italien Folgen, … Approfondire