Evitare la fine di quasi 40 anni fa…

Evitare la fine di quasi 40 anni fa…

Il Ticino vuole salvaguardare i suoi interessi

Lo sappiamo fin troppo bene, la Storia è ciclica e si ripete spesso. Nelle trattative tra Svizzera e Italia degli anni Settanta, il Cantone Ticino pagò lo scotto e venne gabbato. Infatti, l’accordo venne siglato nel 1979 e lo si applicò retroattivamente al 1974; la casse dell’erario ticinese anticiparono le quote parti sulle imposte alla fonte prelevate sui frontalieri, che non vennero – a differenza delle promesse – mai rifuse da Berna.

Questa … Approfondire

“Adesso che l’Italia mantenga la parola data”

“Adesso che l’Italia mantenga la parola data”

NORMAN GOBBI – Il Consigliere di Stato: “Abbiamo obbligato Berna e Roma a sedersi ad un tavolo e trattare: se non é un successo questo…”

Tra chi, in casa leghista, vede lo sblocco dei ristorni come una delusione c’é anche chi vede il bicchiere mezzo pieno e raccoglie i frutti del lavoro di un anno. Il Consigliere di Stato Norman Gobbi ritiene infatti un successo l’evolversi della situazione tra Italia e Svizzera.

“Essere arrivati a questo punto é un successo … Approfondire

Ridare dignità all’Esercito

Gentili Signore, Egregi Signori,

Porgo ai graditi ospiti e agli ufficiali, attivi e non, il più cordiale saluto del Consiglio di Stato della Repubblica e Cantone Ticino, e in particolare del Dipartimento delle istituzioni, responsabile per le questioni afferenti la sicurezza. Una presenza numerosa che premia gli organizzatori, il Circolo degli ufficiali del Mendrisiotto e il borgo di Chiasso che ci ospita e porta in sé la memoria degli ultimi avvenimenti bellici che hanno toccato il nostro Cantone.

Il Dipartimento … Approfondire

Bandiere parificate, bocciata la mozione di Quadri e Gobbi

Il Gran Consiglio boccia la mozione presentata da Lorenzo Quadri e Norman Gobbi (ripresa da Michele Guerra) per “Rendere l’esposizione di bandiere straniere possibile solo se accompagnate da bandiere svizzere di uguali dimensioni”.

Il parlamento ha approvato con 43 voti favorevoli contro i 30 contrari e un solo astenuto il rapporto di maggioranza che invitava a respingere la mozione.

Secondo la Commissione della legislazione, l’esposizione di bandiere straniere non ha mai causato problemi di ordine, sicurezza o salute pubblica, e … Approfondire

Stop alle domande multiple d’asilo

Stop alle domande multiple d’asilo

Nuova prassi dal 1. aprile 2012. L’UFM reagisce alle richieste dei Cantoni e applica conseguentemente il diritto.

Da oggi inizia la nuova prassi dell’Ufficio federale della migrazione UFM per la gestione dei cosiddetti “casi Dublino”, ossia di quei richiedenti che hanno già depositato una domanda d’asilo in un Paese che ha sottoscritto l’accordo internazionale e che ha già interposto almeno una volta una domanda ai centri di registrazione e procedura d’asilo svizzeri.

Una notizia positiva. Il sistema e la prassi … Approfondire

Libero mercato agricolo? Per fortuna è NO!

Libero mercato agricolo? Per fortuna è NO!

Alle Camere federali soffia un vento nuovo nell’ambito dei rapporti con l’UE. Un segnale concreto in questo senso è giunto settimana scorsa quando il Consiglio degli Stati ha accolto la mozione presentata dal deputato al Consiglio nazionale Christophe Darbellay con la quale si chiede al Consiglio Federale di interrompere con effetto immediato i negoziati con l’UE per un accordo di libero scambio nel settore agroalimentare. Un simile risultato è apprezzabile.

La politica federale ha finalmente iniziato a prendere coscienza del … Approfondire

Il Governo richiede la clausola di salvaguardia

Il Governo richiede la clausola di salvaguardia

Sempre nella seduta odierna, il Consiglio di Stato ha pure sottoscritto una lettera alla Conferenza dei Governi cantonali nella quale manifesta la propria posizione in relazione all’utilizzo della cosiddetta “clausola di salvaguardia”, diritto conferito alla Confederazione nell’ambito degli Accordi bilaterali con l’UE e in particolar modo dell’Accordo sulla libera circolazione delle persone.

Con l’utilizzo di questa clausola da parte del Consiglio federale, come auspicato dal Cantone Ticino, verrebbe automaticamente reintrodotto un contingentamento per rapporto ai permessi di dimora, pur non … Approfondire

Un sasso che rafforza la nostra roccaforte

Rapporti Italia-Svizzera l Per taluni il blocco parziale dei ristorni delle imposte alla fonte prelevati sui frontalieri è una sorta di “sasso sulla strada verso la normalizzazione dei rapporti italo-svizzeri”, e quindi desidererebbero toglierla. Per noi, il blocco è una pietra che rafforza la posizione Elvetica in un mondo diplomatico ormai totalmente cambiato.

Questa settimana ho avuto due occasioni pubbliche per ritornare sulla questione dei ristorni delle imposte alla fonte prelevati sui frontalieri del 2010, che – come ampiamente noto – … Approfondire

Internierungslager im Tessin

Renitente Asylbewerber sollen im Kanton Tessin schon bald in ein Speziallager kommen. 

Bern hat dem Tessin am Donnerstag grünes Licht gegeben für das Spezialzentrum für renitente Asylbewerber. Das bestätigt Staatsrat Norman Gobbi. Er will nun durchgreifen. 

Das Tessiner Spezialzentrum für renitente Asylbewerber wird bald Realität. «Mario Gattiker, der Chef des Bundesamts für Migration (BFM), gab am Donnerstag seine Zustimmung zum Pilotprojekt», sagt der Tessiner Staatsrat Norman Gobbi. Eine Aussage, welche das BFM bestätigt. 

Die Tessiner Regierung will eine Art Internierungslager … Approfondire