Riorganizzazione del settore esecuzione e fallimenti

Riorganizzazione del settore esecuzione e fallimenti

Nella sua seduta odierna il Consiglio di Stato ha approvato il messaggio governativo con il quale propone al Gran Consiglio la modifica della Legge cantonale del 12 marzo 1997 di applicazione della legge federale sulla esecuzione e sul fallimento (LALEF) al fine di riorganizzare il settore esecuzione e fallimenti.

Il presente messaggio sostituisce la precedente proposta governativa del 18 dicembre 2012, la quale il 7 giugno 2013 fu scorporata dal Parlamento in due parti: la richiesta di un credito d’investimento … Approfondire

Frenata sulla mobilità sostenibile

Frenata sulla mobilità sostenibile

Congelato il credito quadro per le auto ‘superefficienti’. Cambiano i bonus/malus. Si fra in fretta a dire mobilità sostenibile. Troppo in fretta, forse.

Tanto che la maggioranza del parlamento (Plr, Lega e Ps) ha deciso ieri di frenare: il credito quadro di trenta milioni di franchi per promuovere vetture “superefficienti” per il periodo 2014-2020 è stato congelato. «Le perplessità – ha spiegato il relatore del rapporto di maggioranza Bruno Storni (Ps) – non sono state fugate». Quali perplessità? Diverse quelle … Approfondire

Spetterà ai Comuni vietare l’accattonaggio – Sgravata la procura pubblica

Spetterà ai Comuni vietare l’accattonaggio – Sgravata la procura pubblica

Chi chiede l’elemosina in città, alle casse dell’autosilo o davanti ad alcuni grandi magazzini, magari suonando un flauto o una chitarra, potrà essere multato direttamente dagli agenti della polizia comunale. Ma non solo, i Comuni potranno vietare l’accattonaggio all’interno del loro territorio.

Il Gran Consiglio – con 56 voti a favore, 9 contrari e 13 astensioni – ha approvato un giro di vite da dare a una situazione delicata, poco conosciuta alle nostre latitudini fino a qualche anno fa, ma … Approfondire

I Consiglieri di Stato non potranno essere sospesi

I Consiglieri di Stato non potranno essere sospesi

Niente sospensione dalla carica per i consiglieri di Stato che dovessero venire toccati da un’inchiesta penale per reati gravi, contrari alla dignità della carica ricoperta. Ci vuole prudenza; il rischio di mettere alla gogna una persona che potrebbe, alla fine dell’inchiesta, venir scagionata da ogni reato è troppo alto.

«Un’inchiesta può durare mesi e anni e, con una sospensione, rischieremmo di rovinare la carriera politica di questa persona» ha fatto presente il relatore di maggioranza Andrea Giudici (PLRT) evidenziando come, … Approfondire

Il Governo perde il braccio di ferro sulla riforma

Il Governo perde il braccio di ferro sulla riforma

Braccio di ferro fra Governo e Parlamento sulla riorganizzazione degli Uffici di esecu¬zione e fallimento. Ad averla vinta è stato il Legislativo (51 sì, 21 no e 4 astenuti), che ha preteso e ottenuto di avere l’ultima paro¬la. Il Consiglio di Stato invece voleva attribu¬irsi la competenza di ridisegnare il settore, limitandosi a presentare un rapporto entro il 31 ottobre. Visto questo cambiamento, a cui il Governo non ha ancora dato l’adesio¬ne, la riforma è sospesa. Entro quella data l’Esecutivo … Approfondire

Velocità eccessiva, passaporto negato

Velocità eccessiva, passaporto negato

Il Gran Consiglio segue il governo; proteste del PS. Il Gran Consiglio ha bocciato, con 47 voti contro 25 (e 7 astenuti) la richiesta di naturalizzazione di un candidato incappato in un’infrazione delle norme della circolazione, al termine di una intricata vicenda amministrativa.
Atteggiamento definito provocatorio.

Tutto il dibattito verteva sull’integrazione dello stesso alla luce dell’iscrizione della condanna a 10 aliquote giornaliere (sospese) nel casellario giudiziale e della successiva richiesta dello stesso candidato, ritenuta provocatoria, di una decisione formale da … Approfondire

Controprogetto per l’iniziativa antiburqa. Accolta la proposta governativa

Controprogetto per l’iniziativa antiburqa. Accolta la proposta governativa

Il divieto di coprirsi il volto “nelle vie pubbliche e nei luoghi aperti al pubblico o destinati ad offrire un servizio pubblico” non va iscritto nella Costituzione cantonale, ma nella legge: così la pensa il Gran Consiglio ticinese, che ha accolto oggi un controprogetto all’iniziativa di Giorgio Ghiringhelli, dal contenuto analogo anche se di rango inferiore. La proposta governativa è stata preferita con 41 voti contro 25 e 15 astenuti ma ora l’ultima parola spetterà al popolo, che si dovrà … Approfondire

Sì del Gran Consiglio al voto per lettera generalizzato

Sì del Gran Consiglio al voto per lettera generalizzato

Anche il Ticino si adegua al resto della Confederazione. Con 42 voti favorevoli, contro 24 e un astenuto, dopo che i socialisti hanno chiesto l’appello nominale per l’entrata in materia, il Gran Consiglio ha dato oggi il suo assenso al voto per corrispondenza anche per le consultazioni cantonali e comunali, così come proposto dall’iniziativa parlamentare di Angelo Paparelli (Lega).

A nulla sono valsi gli appelli dei liberali, dei socialisti e dei democentristi, nonché parte dei Verdi, di bocciare la proposta … Approfondire