Se Berna dorme, noi vogliamo agire!

Se Berna dorme, noi vogliamo agire!

Centro registrazione e procedura di Chiasso: Il Dipartimento federale diretto da Sommaruga e l’Ufficio federale della migrazione restano passivi alle richieste del Ticino in materia di contromisure per gestire efficacemente i richiedenti l’asilo problematici e violenti. Il Comune di Chiasso, la sua popolazione e tutto il Cantone vogliono però avere risposte che non arrivano. È ora che il Ticino reagisca?

Settimana scorsa è stata costituita ufficialmente la Task Force Alloggi nell’ambito dell’asilo, tra Cantone Ticino e Confederazione. Scopo della TaskForce … Approfondire

Il pericolo da evitare? Un Cantone a due velocità

Il pericolo da evitare? Un Cantone a due velocità

Dopo il no alla «grande Locarno» radiografia delle aggregazioni nel Ticino. Norman Gobbi: «Noi non possiamo avere delle regioni egemoniche». Il cantiere delle aggregazioni ticinesi ha vissuto, lo scorso weekend, un momento della verità. Mentre i «piccoli» progetti del­le Tre Terre e di Faido andavano in porto, quello della «grande Locarno» veniva af­fondato dal voto di 5 Comuni su 7. Boccia­to e senza appello, quindi, il primo possi­bile polo forte del Sopraceneri, mentre a sud, Lugano e Mendrisio, di fusione … Approfondire

Aggregazioni, il CdS dà il via a Lugano e Mendrisio

Aggregazioni, il CdS dà il via a Lugano e Mendrisio

Il Consiglio di Stato si è oggi espresso sugli aiuti da erogare ai progetti di aggregazione comunale di Lugano con i comuni di Bogno, Cadro, Certara, Cimadera, Sonvico e Valcolla, e di Mendrisio con Besazio, Ligornetto e Meride.

Per l’aggregazione tra la città di Lugano e i comuni di Bogno, Cadro, Certara, Cimadera, Sonvico e Valcolla, il Consiglio di Stato propone lo stanziamento di aiuti per complessivi 40 milioni di franchi così suddivisi:

– 17 Mio di franchi per il … Approfondire

Il Consiglio di Stato a Berna per parlare di rapporti con l’Italia

Il Consiglio di Stato a Berna per parlare di rapporti con l’Italia

Una delegazione ticinese ha incontrato oggi il consigliere federale Johann Schneider-Ammann. All’incontro, chiesto dalla commissione parlamentare federale, hanno partecipato i consiglieri di Stato Laura Sadis e Norman Gobbi.

A quasi due mesi dalla decisione del Consiglio di Stato ticinese di congelare parte dei ristorni d’imposta dei frontalieri, il tema delle relazioni non idilliache sull’asse Berna -Bellinzona -Roma è stato al centro – oggi a Berna – di un incontro tra una delegazione ticinese, il consigliere federale Johann Schneider Amman e … Approfondire

Per una vera armata a difesa della Svizzera!

Per una vera armata a difesa della Svizzera!

Nel corso del mese prossimo il Consiglio Nazionale dovrà esprimersi sul modello di Esercito, di cui la Svizzera disporrà nei prossimi anni. La proposta assurda del Consiglio Federale (80mila uomini e 4.4 Miliardi) – e ovviamente sostenuta dalla $inistra – non permette infatti di rispondere alle future sfide. Senza dimenticare la vitale presenza a Sud delle Alpi delle nostre Truppe.

Lo scorso giugno il Consiglio degli Stati ha respinto la proposta del governo federale, proponendo il modello, proponendo di portare … Approfondire

Norman Gobbi in visita ai comandi militari ticinesi

Norman Gobbi in visita ai comandi militari ticinesi

Il direttore del Dipartimento delle istituzioni Norman Gobbi e il capo della Sezione del Militare e della Protezione della popolazione Tiziano Scolari hanno incontrato questa settimana alcuni comandanti delle Scuole e dei corsi presenti in Ticino, il Direttore del Centro logistico del Monte Ceneri e il comandante del Centro di reclutamento. Questi incontri fanno parte della serie di visite nel primo periodo dopo l’insediamento del nuovo direttore del Dipartimento Istituzioni. Le visite sono state effettuate poco tempo dopo i colloqui … Approfondire

Al Ticino più peso nella Regio Insubrica

Al Ticino più peso nella Regio Insubrica

L’assemblea della Regio Insubrica si è svolta giovedì a villa Gallia a Como. L’intenzione? Quella del rilancio della Regio. All’incontro, al quale non hanno partecipato i presidenti di provincia, è passata la riforma degli statuti che vuole aumentare il peso del Ticino nell’associazione.

Segretario generale e sede dell’associazione restano però ancora su territorio ticinese. L’aumento delle responsabilità del Ticino dovrebbero, come professa il presidente uscente Marco Borradori, riuscire a far proseguire l’esperienza. 

Tutto questo nonostante le tensioni riguardanti i frontalieri … Approfondire

I meriti del colonnello Martinoni saranno riconosciuti

I meriti del colonnello Martinoni saranno riconosciuti

I meriti del colonnello Mario Martinoni, in quale nel 1945 evitò che la popolazione di Chiasso e Como fossero coinvolte in combattimenti fra le truppe tedesche e alleate, saranno riconosciuti ufficialmente. Dopo il Nazionale, anche il Consiglio degli Stati ha accolto una mozione in questo senso del leghista Norman Gobbi.

Il 28 aprile 1945 il comandante del reggimento di fanteria di montagna 32, Mario Martinoni, si recò a Como su ordine del Consiglio federale e ottenne dalle truppe americane una … Approfondire

Con la nuova Legge, maggiore collaborazione tra Polizia Cantonale e Polizie Comunali

Con la nuova Legge, maggiore collaborazione tra Polizia Cantonale e Polizie Comunali

Il raggiungimento del trentesimo anniversario d’attività per l’associazione delle polizie comunali ticinesi deve essere motivo di orgoglio e di riconoscenza per quanto avviato nel 1981 da Daniele Olgiati, Eugenio Marazzi, Ettore Paltenghi, Aroldo Poretti, Pier Luigi Balemi e Alberto Lotti. Il voler riunire sotto un unico tetto un variegato mondo dei corpi locali di polizia costituisce un punto di partenza ideale, che oggi sfocia nella nuova legge cantonale di collaborazione tra le polizie comunali e la polizia cantonale.

Tra gli … Approfondire